Spirale: prevenzione senza ormoni

La spirale, anche intrauterina, è uno dei contraccettivi più usati oltre a pillola e preservativi in ​​tutto il mondo. La spirale da 2, 5 a 3, 5 cm viene inserita nell'utero della donna. Mentre i primi modelli di dispositivi intrauterini avevano la forma di una spirale e erano quindi dell'omonimo, la spirale di rame di oggi è solitamente a forma di T, fatta di plastica e ha un rivestimento con gambo di filo di rame. A volte è incorporata una placca d'oro, che rende la spirale meglio visibile sull'ecografia. La contraccezione con la spirale è considerata molto sicura e può rimanere nel corpo per cinque anni se ben tollerata.

Spirale: effetto e funzione

Esattamente come funziona la spirale non è noto in dettaglio, gli esperti assumono diversi meccanismi che lo impediscono:

  • Gli ioni di rame rilasciati nell'utero hanno un effetto tossico e inibitorio sullo spermatozoo. Perdono la loro capacità di orientamento, durata e flessibilità.
  • La spirale è un corpo estraneo e quindi provoca infiammazione nel rivestimento uterino, che è innocuo, tuttavia, perché non viene attivato da virus o batteri. Le cellule infiammatorie possono direttamente abbattere lo sperma; allo stesso tempo viene impedito un impianto modificando il rivestimento uterino. In caso di emergenza, quindi, a volte viene utilizzata la "spirale successiva" (simile alla "pillola del giorno dopo").
  • Il trasporto di ovuli e spermatozoi è ostacolato dalla funzione influenzata delle tube di Falloppio.
  • Spirale: inserimento solo da parte del ginecologo

Inserire la spirale - rimuovere la spirale

L'inserimento della spirale avviene sempre in una pratica ginecologica. A tale scopo viene utilizzato un manicotto speciale che facilita l'inserimento attraverso la cervice nell'utero. Poiché la cervice è leggermente aperta durante le mestruazioni e solitamente la gravidanza può essere esclusa, il ginecologo utilizzerà la bobina durante gli ultimi giorni del periodo.

La spirale è posizionata precisamente con l'aiuto degli ultrasuoni; controlla anche la situazione ad intervalli regolari. Inoltre, le donne possono controllare la posizione della spirale anche tramite le corde di controllo, che possono essere percepite come il filo di un tampone.

L'inserimento della spirale non dura a lungo, ma solitamente causa una trazione o dolore. Soprattutto le giovani donne il cui utero è ancora in crescita, sentono l'inserimento della spirale come spiacevole. Forse un antidolorifico è raccomandato qui. In rari casi possono verificarsi lesioni durante l'inserimento della bobina.

Udududududud B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B

La spirale di rame divenne poco dopo il suo sviluppo in discredito, come un modello specifico guidato da difetti di progettazione a grave infiammazione. Le spirali moderne hanno anche un aumentato rischio di infezione nei primi mesi dopo l'inserimento. Le infiammazioni della zona pelvica si verificano più spesso nelle giovani donne. Il rischio è aumentato da frequenti rapporti sessuali con partner in evoluzione. Il filo della spirale rende più facile l'innalzamento dei germi, che nel peggiore dei casi può addirittura portare all'infertilità.

Inoltre, con giovani donne e ragazze e donne che non hanno ancora avuto un figlio, il rischio è più alto che la spirale venga espulsa. Inoltre, può portare a disturbi emorragici come spotting, sanguinamento o un periodo mestruale generalmente aumentato e anche più lungo. In questo caso, potrebbe essere consigliabile controllare il sedile della spirale. Inoltre, la spirale causa spesso un maggiore deflusso.

Anche il rischio di gravidanza ectopica è leggermente aumentato nel caso di prevenzione a spirale. Se una donna rimane incinta nonostante la spirale, deve averla rimossa. Ecco il rischio del 20% di aborto spontaneo, che è ancora più elevato se non rimosso.

Spirale: prevenzione adatta a tutti?

La contraccezione a spirale non è adatta a tutti a causa degli svantaggi sopra menzionati. In generale, l'uso di un altro metodo contraccettivo è raccomandato per i seguenti gruppi:

  • Giovani donne e ragazze che non hanno ancora avuto un bambino o il cui grembo è ancora in crescita
  • Donne con disturbi del ciclo e mestruali
  • Disturbi della coagulazione del sangue e anemia
  • Infiammazione e (sospetta) malattie maligne nell'utero e nei genitali

Per le seguenti condizioni, l'inserimento della bobina deve essere utilizzato solo dopo un'attenta valutazione dei rischi con il medico:

  • Fibroidi benigni dell'utero
  • malattie renali
  • Diabete mellito
  • Trattamenti che richiedono l'uso di effetti decrescenti sul sistema immunitario

Al contrario, la spirale è adatta per le seguenti persone:

  • Donne che hanno già figli e hanno completato la pianificazione familiare
  • Donne che non possono assumere contraccettivi ormonali o che non vogliono rinunciare a un ciclo naturale
  • Le donne che non vogliono pensare alla contraccezione per un periodo di diversi anni

I vantaggi della spirale sono principalmente che l'utente non può commettere errori di manipolazione (la ragione più comune per la gravidanza nonostante la contraccezione) e non come dimenticare la pillola. Le donne che hanno già figli di solito vanno d'accordo con la spirale.

Spirale: costo e prezzo

I costi della spirale devono essere sostenuti dai pazienti stessi, ad eccezione delle donne fino a 20 anni e delle donne che hanno diritto all'assistenza sociale. I costi per la spirale ammontano a tra 25 e 40 euro, a seconda del modello. Inoltre, il medico calcola un importo compreso tra 80 e 130 euro per l'inserimento della spirale.

Il primo esame ecografico per verificare la posizione si svolge da quattro a sei settimane dopo l'inizio della spirale e viene rilevato dall'assicurazione sanitaria. Gli ulteriori controlli, che devono essere effettuati ogni sei mesi, devono essere pagati dal paziente stesso. Di norma, la spirale consente quindi una contraccezione più economica della pillola, se viene utilizzata per un periodo di almeno tre anni.

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento